Donazione Luisa Vertova

Nel 2018 la storica dell’arte Luisa Vertova destina alla Fondazione Federico Zeri il suo archivio creato durante l’impegno come Old Master Paintings Specialist per la casa d’aste Christie's. La donazione è avvenuta in memoria dell’antica frequentazione con Federico Zeri, iniziata alla fine degli anni Quaranta del Novecento, a Firenze, durante gli incontri nella biblioteca di Bernard Berenson del quale la giovane studiosa era allora assistente.

Arricchito da una pregevole collezione di monografie e circa 130 cataloghi d’asta,  l’archivio include quasi 900 foto e più di 4.000 documenti prodotti in massima parte tra l’inizio degli anni Sessanta e la metà degli anni Ottanta. Oltre a preziose notizie sul collezionismo privato e il mercato d’arte, il fondo serba traccia di eventi celebri nella storia della casa d’aste: dalla vendita del dipinto di Tiziano, Atteone divorato dai cani  (ora Londra, National Gallery) all’esposizione fiorentina dedicata nel 1982 al Codice Leicester di Leonardo da Vinci.
La maggior parte delle fotografie – stampe alla gelatina ai sali d’argento e pellicole negative - documenta opere d’arte italiana dell’Ottocento negli scatti di importanti studi fotografici: Cooper di Londra, Boccardi di Roma,  Luigi Artini di Firenze.

La Fondazione Federico Zeri ha redatto la mappatura completa delle fotografie, dei documenti e dei libri. Presto l’intero fondo sarà oggetto di una descrizione archivistica consultabile online.